BENEDETTO Enzo
Reggio Calabria 1905 - Roma 1993

home
chi siamo
mostra in corso
artisti
i libri di enzo le pera

800 - 900 Calabrese
links e banner

servizi

dove siamo

contatti

 

pagine viste
Contatore Sito
Bpath Contatore


galleria d'arte il triangolo
viale alimena 31 d   87100   cosenza

 

Ha aderito al Futurismo nel 1923, fondando l’anno successivo il giornale Originalità, di cui sono stati pubblicati solo due numeri. Nel ’26 è stato promotore di una sala futurista alla IV Biennale di Reggio Calabria. Intanto aveva conseguito la licenza liceale e si era iscritto in giurisprudenza, a Messina. Trasferitosi, con la famiglia, a Roma ha iniziato una collaborazione con vari giornali, fondando assieme a Libero De Libero il periodico L’Interplanetario ( su cui Moravia pubblicò i suoi primi scritti ), pur sempre continuando a  dipingere e ad esporre: 1927, Mostra Nazionale del Futurismo di Palermo; 1928, Mostra Futurista di Imola; 1929, 1a Mostra d’arte calabrese a Roma; 1930, Circolo Artistico Internazionale di Roma. Dopo la guerra mondiale, a cui aveva partecipato, nel 1947 ha organizzato la sua prima personale: Roma, Teatro delle Arti. Hanno fatto quindi seguito le mostre: 1948, Capri e Reggio Calabria; 1949, partecipazione alla IX Biennale di Reggio; 1951, Milano, Centro San Babila; e nel corso degli anni ’50 e ’60 mostre a Roma ( nel ’51 / ’52 partecipazione alla Quadriennale con Bottiglie; e nel ’61 / ’62 al Premio nazionale di paesaggio “Autostrada del sole” ). Nel 1959 ha fondato il mensile Arte viva; 1962, mostre di Monaco di Baviera e di Parigi; 1967, è stato promotore del Manifesto Futurismo - oggi, da cui due anni dopo è nata la rivista omonima. Nel 1970 ha organizzato la Mostra Quindici futuristi, Prato, Palazzo Pretorio; nel ’72 Sedici futuristi, a Genova; nel ’73 Diciotto futuristi, a Lugo di Romagna e ha partecipato alla “Rassegna di Poesia visiva”, Torino, Galleria civica d’arte moderna; nel ’74 personali a Losanna e Trieste e Venticinque futuristi, a Faenza. Nel 1985, e 1989, personali a Milano, Galleria “Vismara”; nel 1988, Cosenza, Galleria “Arcobaleno”; 1991, mostra antologica a Roma; 1992, personale a Portogruaro. A dicembre 2004 a Rende, pal. Vitari, sede del Centro “Capizzano” una sua antologica, con catalogo a cura di Claudio Crescentini e Tonino Sicoli. Ha pubblicato il romanzo Viaggio al pianeta Marte in appendice a “Il Popolo di Calabria”, 1930; in occasione della sua prima personale, 1947, lo studio Quarta dimensione; il volume Futurismo centoX100 nel 1975.  Ha realizzato le scene per Albertina di Valentino Bompiani e ha tenuto varie conferenze ( a Roma; a Reggio Calabria, Facoltà di Architettura ). Tutti i critici italiani e stranieri che si sono interessati del Futurismo hanno trattato la voce; tra questi: V. Orazi; S. Lotti; M. Verdone; C. Belloli; V. Cappelli; G. Di Genova ( Storia dell’arte italiana del 900, Generazione primo decennio, Bora, Bologna, 1986 ); L. Tallarico. Lett.: G. Di Genova, Generazione Primo Decennio, Bora, Bologna, 1986; Enc. Seda; La Pittura in Italia, Il Novecento / 2, Electa, Milano, 1992.

 


Bozzetti pubblicitari - anno 1938


Olio e sabbia su tavola - cm 44x60

 

Opere pubblicate sull'Enciclopedia dell'arte
di Calabria, di Enzo Le Pera.
Esposte alla mostra: Zang Sud Sud, Museo del Presente, Rende e pubblicate sul catalogo,
ed. Edimond, a cura di A. Masi e T. Sicoli